Claudio Baglioni e Camilla

camilla_di_baglioniLa 2cv che il cantante chiamò Camilla, agli esordi della carriera, aveva un colore giallo paglierino e fu acquistata negli anni settanta; aveva tettuccio apribile, finestrini che si aprivano in una sorta di basculamento e bassissimi consumi. Camilla diventò una sorta di oggetto di cult per la generazione del tempo, chi aveva una Citroen 2 CV la battezzava Camilla per avvicinarsi al Baglioni nazionale e l’auto entrò anche nelle copertine degli album del cantante, i suoi dischi ripropongono spesso il suono dell’accensione dell’auto, dell’autoradio accesa e, in una sorta di lungometraggio che l’autore interpreta per la Rai, torna in primo piano la Camilla come insostituibile compagna dei suoi viaggi.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *