2CV EXPORT

Export_67Nell’aprile del 1967, la AZAM fu tolta di listino, rimpiazzata dalla Export, ulteriormente rifinita ed accessoriata. Della dotazione in serie facevano parte: gli indicatori di direzione anteriori posti sui parafanghi e di forma rettangolare, la plancia ridisegnata e munita di un tachimetro più grande .

 

 

 

 

dyane3La Export rimase in produzione solo per quattro mesi, per essere sostituita non da una nuova versione della 2CV, ma dalla Dyane, con la quale la Casa cerco anche di vagliare la possibilità di sostituire la 2CV stessa con un nuovo modello.

Nel 1968 cessarono le importazioni della 2CV in Italia (dove fino ad allora non aveva riscosso un grande successo).

 

 

In ogni caso la Dyane non riuscì a sostituire la 2CV: le vendite dell’antenata accusarono infatti una sensibile flessione, ma si ristabilirono appena due anni dopo e nel 1976 le 2CV tornarono nei listini italiani.

Non vi furono grossi aggiornamenti nel 1968, e neppure nel  1969, eccezion fatta per una lieve rivisitazione del propulsore, volta a migliorare l’erogazione della coppia motrice.